Basta !

In merito all’articolo comparso sul giornale locale sabato 21 maggio in cui si relazionava sull’inaugurazione della casa della salute di Bettola che vedeva schierati tutti i più importanti politici e funzionari regionali in tema di sanità e rappresentanti dell’Ordine dei medici, la Fimmg di Piacenza ribadisce la propria contrarietà a queste iniziative che paiono essere più di facciata che di sostanza. Come riportato nello stesso articolo infatti manca la figura più importante quella dei MMG. Come si può partire senza il loro coinvolgimento? e non solo nella logica del ‘compenso professionale’ (tema comunque strettamente sindacale) ma anche nella logica del ruolo che il MMG può e deve avere in una struttura organizzata come quella. Speriamo che anche in questa occasione il giornale locale abbia male interpretato le parole pronunciate durante la cerimonia come già avvenuto in passato quando il direttore generale attaccò le medicine di gruppo o il presidente dell’ordine i colleghi della continuità assistenziale. Siamo aperti alle nuove sfide della medicina del territorio, alle nuove forme di aggregazione dei MMG ma chiediamo che si discuta ‘prima’ il ruolo (unico o meno che sia) non che tale ruolo venga imposto dalla regione che evidentemente si dimentica di quanto firmato negli accordi regionali. Dal ruolo derivano i compensi non viceversa.  Ad esempio l’integrazione tra il rapporto fiduciario attuato fino ad ora e l’ attività oraria non fiduciaria promossa in queste strutture è uno degli argomenti da discutere e chiarire.