carburanti

Per i prossimi sei mesi sarà ancora possibile utilizzare la scheda carburanti, ma per la deducibilità della spesa, diviene indispensabile l’utilizzo di mezzi di pagamento tracciabili.Si dovrà pertanto provvedere ad annotare sulla scheda carburanti l’importo del rifornimento, come attualmente in uso, ma anche ad allegare alla stessa le ricevute del pagamento (obbligatoriamente) tracciato.

Deduzione e detrazione: condizioni da soddisfare
Le deduzioni fiscali dei costi e le relative detrazioni IVA potranno essere pertanto riconosciute esclusivamente qualora le spese per l’acquisto del carburante siano effettuate attraverso mezzi di pagamento tracciabili e documentate a mezzo fattura elettronica.
A tal fine sarà necessario che vengano utilizzati come mezzi di pagamento:
– carte di credito carte di credito
– carte di debito ovvero prepagate

La fattura elettronica sarà, pertanto, trasmessa dal Titolare della rivendita di carburante – soggetto passivo d’imposta – al Sistema di interscambio (Sdi) gestito dall’Amministrazione finanziaria che, oltre ad inviare al MMG la fattura, provvederà ad acquisire e memorizzare la singola operazione l’indicazione della targa può essere fornita utilizzando il campo “Mezzo di Trasporto” del file della fattura elettronica.

http://www.fimmg.org/index.php?action=pages&m=view&p=4469&art=2742