Comunicato intersindacale piacentina

RINVIO SCIOPERO MEDICI PREVISTO PER 17 E 18 MARZO 2016

Tutte le organizzazioni sindacali mediche hanno concordato col Ministero della Salute di rinviare di 2 mesi lo sciopero previsto per il 17 e 18 marzo al fine di dar tempo al Governo di rivedere il Decreto Ministeriale del 9/12/2015 sull’appropriatezza prescrittiva ( Decreto Lorenzin).

Il 9 marzo si è tenuto a Roma un incontro tra Governo e Rappresentanti dei Sindacati Medici , coordinato dal sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti al termine del quale è stato emesso un comunicato congiunto col quale il Governo si impegna tra l’altro a rivedere il Decreto e a sviluppare trattative serrate al fine di:

– valorizzare la professione medica ospedaliera e territoriale

– coinvolgere le OO. SS. nell’attuazione del Piano Salute 2014/2016

– stabilizzare il personale precario

-riformare il sistema di formazione pre e post-laurea dei medici e dei dirigenti sanitari

-riavviare le trattative per il rinnovo del contratto collettivo nazionale

– verificare con le Regioni e il MEF il D.L. Lorenzin.

Ma i medici non si fidano più delle promesse e hanno solo rimandato al 26 e 27 maggio 2016 lo sciopero di 24 ore previsto per marzo.

Non bastano le parole assicurative pronunciate dal Sottosegretario De Vincenti a convincere tutte le sigle dei sindacati medici,né tanto meno aver sospeso le sanzioni previste per i trasgressori, soprattutto alla luce della conferma delle Norme contenute nel Decreto da parte della nostra Regione.

I medici denunciano in particolare che con l’applicazione del decreto , che non mira tanto all’appropriatezza ma al risparmio , i cittadini saranno costretti a pagare di tasca loro numerose indagini anche molto costose come risonanza magnetica e TAC.

Inoltre questa legge aumenterà la conflittualità tra medici e cittadini e non ultimo impedirà una adeguata prevenzione e tutela della salute.

Piacenza 16 marzo 16

Intersindacale medica piacentina.