Da Vò ultime sul Covid

Da PIllole :

1) il virus sars-cov2 è altamente infettante anche se molto meno di alcuni altri virus, quali il comune morbillo.ultra sessantacinquenni risultano positivi 3 volte più frequentemente rispetto alle altre fasce di etàIl tempo necessario alla clearance della infezione varia tra gli 8 ed i 13 giorni. La fascia di età con più elevata percentuale di persistenza di positività al virus era la fascia degli over 71 anni.
Rilevante il dato che il persistere della positività al tampone non fosse correlato a comorbilità, ed particolare alla presenza di diabete, bpco, ipertensione
2) per ragioni ignote i bambini contraggono raramente il virus, ancora più raramente si ammalano, e per fortuna solo eccezionalmente muoiono.
3)una ampia fascia della popolazione infettata, fino al 42%, non sviluppa sintomi quando contrae il virus, ma ospita una carica virale altrettanto elevata dei soggetti sintomatici.
4) tra i soggetti sintomatici solo una minoranza (il 16% a Vo’) sviluppa infezioni più serie e solo il 10- 15% di questi ultimi muore. Tuttavia se il virus è lasciato liberamente diffondersi può infettare oltre al 86% della popolazione con conseguenze catastrofiche.
5) il precoce lockdown nella fase iniziale dell’epidemia è stato quanto mai saggio ed opportuno: non serve ipotizzare “virus lombardi” particolamente virulenti : è sufficiente un calendario che ci permetta di controllare quanto tempestivamente e quanto a lungo si siano effettuati i vari lockdown.
La pandemia del Sars COV 2 ha trovato impreparate tutte le nazioni del mondo ed anche istituzioni prestigiose e costose quale l’OMS.
Oggi tuttavia, grazie all’impegno di migliaia di medici, ricercatori, personale sanitario ed assistenziale, volontari, abbiamo alcuni strumenti in più per difenderci.
Speriamo di avere anche la saggezza che ci aiuti ad usarli nella maniera più appropriata.

l’idrossiclorochina da sola o associata ad azitromicina non migliorava le condizioni cliniche a 15 giorni rispetto alla terapia standard.