Grande fratello colpisce ISF

Ora che gli ISF vanno scomparendo  visto che  a ‘big pharma’ i MMG non interessano più, la nostra regione mette il naso anche nel rapporto con le aziende farmaceutiche promulgando una delibera draconiana che stabilisce anche quando e dove si possano svolgere gli eventuali incontri.Alla faccia del libero professionista (seppur convenzionato).Cartelli ora…cartellini poi

la fimmg regionale ha preso posizione, rispedendola al mittente

http://bologna.fimmg.org/wp/wp-content/uploads/fimmg-DELIBERA-INFO-FRMC.pdf

 

http://www.quotidianosanita.it/emilia_romagna/articolo.php?articolo_id=46876%20

L’attività degli ISF presso i MMG e i PLS avviene in orario stabilito dal medico stesso. Tale orario non può, in nessun caso, sovrapporsi a quello di apertura dello studio ai pazienti ed è comunicato, a cura del medico interessato, all’Azienda USL di competenza. Al fine di consentire il corretto svolgimento degli incontri, negli studi medici convenzionati dovranno apporsi cartelli indicanti gli orari e le modalità di ricevimento degli ISF. Nei cartelli, inoltre, dovrà essere riportata la seguente dicitura: “Le attività di Informazione scientifica del farmaco non sono consentite durante gli orari di visita dei pazienti”………..e gli integratori ?

Seppur condivisibile per alcuni aspetti ,farlo diventare un obbligo con tanto di cartelli lo rende quantomeno indigesto.

http://bologna.fimmg.org/wp/wp-content/uploads/informazione-scientifica_rer_2017.pdf