I certificati INAIL non sono gratuiti

Ribadito il principio che i certificati INAIL non fanno parte di quelli gratuiti inseriti nella convenzione ….

Carissimi,

ieri ho avuto un proficuo e cordiale incontro con il Direttore Generale dell’INAIL, Avv. Giuseppe Lucibello, presente anche il Responsabile della Direzione Centrale rapporto assicurativo, dr. Agatino Cariola, allo scopo di in affrontare la problematica relativa agli oneri connessi all’emissione delle certificazioni per infortunio sul lavoro e al blocco dei pagamenti dei certificati che dura ormai dal 2016 con disagi per i medici e per i loro assicurati.

In occasione dell’incontro i dirigenti INAIL hanno sostanzialmente riferito che a seguito del parere espresso dal Ministero della Salute sui regimi di rapporto in essere per tali certificazioni tra i medici e l’INAIL, già di vostra conoscenza e da noi richiesto al Ministero, è stato necessario determinare un confronto tra il Ministero del Lavoro e quello della Salute per la presenza di un parere interpretativo precedente diverso del Ministero del Lavoro. Durante tale incontro, grazie alla particolare cura del Capo di Gabinetto del Ministero della Salute Giuseppe Chinè, con cui siamo stati costantemente in contatto, ha prevalso la posizione del Ministero della Salute facendo ricredere il Ministero del Lavoro che interpretava come nostro obbligo a titolo gratuito l’emissione delle certificazioni INAIL.

La Direzione centrale dell’INAIL nelle prossime settimane provvederà ad inviare alle proprie sezioni periferiche una circolare con l’indicazione di liquidare tutte le procedure aperte a partire da quelle del 2016, contando di iniziare le liquidazioni entro fine marzo.

In prospettiva, è stato ribadito, che rimane aperta l’idea di affrontare la questione dei compensi INAIL, come già cercato di fare durante l’ultima finanziaria attraverso una norma legislativa ad hoc, all’interno della Convenzione attraverso la remunerazione del servizio di certificazione come integrazione della quota capitaria, cercando anche in sede di ratifica del preaccordo di inserire una dichiarazione a verbale se possibile congiunta che auspichi tale evoluzione normativa.

Nelle more manteniamo il contatto con la Direzione INAIL per verificare l’invio della circolare e ottenerne copia durante la prossima settimana, ottenuta la quale sarebbe opportuno che a livello periferico si verifichi un uguale solerzia degli uffici INAIL nell’iniziare le procedure per le liquidazioni degli aventi diritto.

Vi aggiornerò sui prossimi passaggi, un caro saluto

Silvestro