Lorenzin a Ballarò :venerdì 12 alle 12 Verso una “circolare applicativa”

Alla trasmissione ‘Ballarò’ la sig Ministra ha detto di aver convocato per le 12 di venerdì 12 i sindacati per discutere sull’applicabilità del decreto appropriatezza.E nel frattempo che si fa? Non l’ha detto,dimostrando che la firma del raffazzonato decreto deve essere stata poco ponderata. (ma questo potrebbe essere a nostro favore : l’assenza di sanzioni ci viene in aiuto).Messa alle strette cerca di salvarsi ma nel contempo dimostra come si stia ormai passando dalla carota al bastone,dal ‘se sei bravo (appropriato) ti premio’ al ‘fai così altrimenti ti punisco’ tipico di chi sente di perdere l’autorità o meglio l’autorevolezza .Come già avviene in sede locale dove non si assumono medici ma incaricano ‘bocconiani’ ,dove si tenta di imporre ‘case della salute’ e PDTA come fossero dovuti  e dove solerti funzionari cercano  di inventarsi incompatibilità  non previste,di non rispettare gli accordi firmati allungando i tempi , di dare accesso alla convenzione colleghi assunti da altri enti tentando di farci perdere ruolo e potere contrattuale.Non siamo ancora dipendenti o impiegati ma convenzionati o parasubordinati con relativi doveri e diritti ma che possono essere giudicati solo dai pazienti che li hanno scelti

L’idea, davanti alle tante complicazioni tecniche, formali e interpretative che di fatto stanno bloccando l’attuazione del Dm, è rimettere mano al testo affidando il tutto a una circolare applicativa, questa volta concertata.

Altra perplessità nasce considerando l’aspetto pratico e forse poco scientifico della vicenda :la maggior parte dei pazienti si aspetta la prescrizione di molti esami ‘me li faccia fare tutti,ma proprio tutti’.Potevamo ricorrere all’escamotage di prescrivere esami a bassissimo costo come ast e alt ,ora saremo costretti a valutazioni di ben più alto impatto economico ma almeno non previsti dal decreto