Wind

Abbiamo inviato all’ASL

ogg.:relazioni sindacali

Le OOSS di Piacenza
rilevato come negli anni scorsi vi siano stati ritardi nella firma degli
accordi locali (l’accordo sulla farmaceutica a luglio e quello aziendale
addirittura a dicembre)
considerato che al tavolo trattante è stato prospettato il ricorso ad un
ulteriore regime di ‘prorogatio’
evidenziato che per alcuni accordi è stata prevista la possibilità di
validità biennale
chiedono
di iniziare le trattative per giungere  alla firma del rinnovo degli
accordi locali (es.:cure domiciliari,aggregazioni,pdta,appropriatezza
prescrittiva farmaci ed esami) entro il primo trimestre dell’anno

 chiedono inoltre
 il pagamento dei fogli a4 e di quanto previsto dagli accordi locali
che non comportano valutazioni su dati dell’anno precedente(come nel caso delle medicine di gruppo)
entro il primo trimestre del 2016

colgono l’occasione per far rilevare come nonostante si stia tentando di
avviare un confronto scritto tra sindacati ed azienda, iniziato lo scorso anno con lo scopo di discutere proposte e affrontare problemi in previsione dei ‘tavoli trattanti’,
si sia da mesi in attesa delle risposte ad alcuni
quesiti (es.:ADR-NAO)e ciò in contrasto non solo con la ‘cortesia’ ma anche coi corretti rapporti formali tra le parti.

ma scrivere all’ASL è come scrivere nel vento (Catullo/Dylan)

in vento et rapida scribere oportet aqua

the answer my friend is blowin in the wind