Solleciti

Nel pomeriggio del 4 maggio è giunto un sollecito da parte dell’azienda a compilare ed inviare  di nuovo il modulo di autocertificazione tratto  dalla convenzione e pertanto già presentato negli anni passati .

La fimmg

rileva come anche in questa occasione l’asl si sia dimenticata di indicare che la risposta dovrebbe poter essere inviata anche tramite posta PEC e non solo via fax o a mano come scritto nell’avviso ora pervenuto

rileva  come nel suddetto modulo vengano richiesti dati già in possesso della pubblica amministrazione (ad es. numero pz in carico ,ecc) http://www.diritto.it/osservatori/coperture_assicurative/fast_news/lazzini278.html

rileva come sia espressamente previsto l’impegno di comunicazione delle variazioni e che quindi a nessuna comunicazione intervenuta nel frattempo corrisponda nessuna variazione

invita a comunicare  l’indirizzo di posta PEC ma lascia all’iniziativa del singolo MMG la tempistica dell’eventuale risposta alla richiesta aziendale

in ultimo rileva come dal 10 marzo ,ovvero la medesima data riportata nell’avviso, anche il sindacato sia in attesa di una risposta da parte dell’azienda ai quesiti posti al tavolo trattante oltre che del verbale della seduta