Tavolo trattante del 20 giugno

Dedicato al tema del rinnovo dell’accordo sulla farmaceutica .Si è iniziato condividendo la schema dello scorso anno che prevedeva il confronto con la media regionale ma ci si è poi arenati quando si è trattato di affrontare il tema della distribuzione dei resti e gli obiettivi dei NCP.L’asl sta riducendo il numero dei NCP aggregandone alcuni nei distretti di levante e ponente.Devono quindi cambiare gli obiettivi assegnati ma non si sa come fare almeno fino alla formale nascita dei nuovi ncp.La maggior parte del tempo è trascorsa per la definizione della percentuale di risparmio rispetto al 2016 che da diritto alla distribuzione dei resti.Dialogo tra sordi tra la posizione aziendale che non scende al di sotto del 3% e quella della Fimmg che poneva l’asticella al 1,5 ( lo Snami al 2%).Poca roba in realtà . L’asl ritiene che grazie all’aumento del numero delle molecole in dpc si possa già ottenere un punto percentuale di riduzione.Non siamo d’accordo sulla base dei dati riportati dai report e visto che si tratta comunque di poche molecole di nicchia (antiparkinson e inibitori aromatasi) .Il compito dei MMG sarebbe aumentato senza grandi ritorni . Attualmente il dato aziendale è del – 0,94% e quello regionale è del -1,36% insufficiente quindi anche per raggiungere l’obiettivo primario. Abbiamo preso tempo.Aspettiamo le proposte aziendali sui ncp

 

  1. E andando nel sole che abbaglia
  2. sentire con triste meraviglia 7
  3. com’è tutta la vita e il suo travaglio
  4. in questo seguitare una muraglia
  5. che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia