Tavolo trattante del 6 aprile

Finalmente ,forse , si arriva a discutere e decidere qualcosa   . L’azienda  schiera 9 funzionari  i sindacati 7 . Si parte in salita. Palla al centro :

1)si vuol rinnovare l’accordo aziendale sull’appropriatezza prescrittiva con le stesse condizioni 2015.L’asl respinge la possibilità della distribuzione dei residui.Sarà necessario chiarire la frase’da ripartire in base alle scelte medie pesate di tutti i MMG’

2) viene respinta qualsiasi ipotesi di accordo sull’attività dei MMG nelle CRA (strutture per anziani)Si andrà allo scontro visto che è stato ribadito che verranno messi a concorso sia i posti contrattualizzati sia quelli non contrattualizzati all’interno della medesima struttura.La funzionaria che ha sollevato il problema a distanza di più di 7 anni dall’emanazione della legge insiste pervicacemente sulla incompatibilità tra attività di MMG e strutture convenzionate contrattualizzate e non.

3)viene aggiornato l’accordo sulle TAO con allargamento a 7-21 del numero dei controlli necessari per aver diritto agli incentivi

4)viene rimandato ancora il pdta diabete :l’azienda presenterà la proposta di incentivi sulla base degli obiettivi 2016 dell’allegata bozza ma pare assai restia ad investire al contrario di quanto avviene nelle asl limitrofe

commento 1

PDTA DIABETE

In tutta la regione i medici percepiscono incentivi per l’attivazione dei percorsi diagnostico terapeutici assistenziali (PDTA) ed in particolare per i PDTA diabete dai 100 ai 170 €uro per caso trattato.Lo scopo è quello di migliorare l’appropriatezza nella diagnosi e cura dei sempre più numerosi pazienti diabetici e di diminuire la pressione sui servizi ospedalieri e territoriali riservando l’intervento specialistico ai casi più gravi.

La F.I.M.M.G. Piacenza ritiene inaccettabile la posizione aziendale che si rimangia quanto già concordato (e liquidato) in questi anni per il pdt (percorso diagnostico terapeutico) e comunque inammissibile prevedere una quota inferiore a quanto percepito dagli altri colleghi regionali.

Invitiamo tutti gli iscritti a non sottoscrivere accordi non negoziati nel Tavolo Trattante in quanto sicuramente inferiori a quanto precedentemente percepito.

L’impegno comportato dalla presa in carico attiva dei pazienti anche con supporto infermieristico è nettamente superiore rispetto al protocollo precedente per cui non si accettano elemosine.

In questo caso è meglio una gallina domani che un uovo oggi!!

commento 2

le OOSS di Piacenza chiedono alla direzione generale di venire incontro alle esigenze degli uffici amministrativi per arrivare al rispetto dei tempi di pagamento degli emolumenti relativi agli accordi regionali e locali. Al tavolo trattante del 6 aprile è stato ribadito che  non erano in grado di rispettare un qualsivoglia calendario delle scadenze ma di affidarsi alla loro buona volontà.Diamo per scontata la buona volontà .Se è condivisibile che per gli accordi che prevedono indicatori di percorso o esito (come vaccinazioni ,TAO,PDT, ecc) vi siano tempi di attesa legati al ritrovamento dei dati necessari ai conteggi,non altrettanto vale per quelli che non richiedono valutazioni annuali (ad es. fogli A4,incentivi di medicina di gruppo,ecc )  Ricordiamo che  è l’AIR  all’allegato 5 a prevedere per alcuni impegni una calendarizzazione  che non è stata mai rispettata per vari motivi

BOZZA PROGETTO DIABETE 2016