Prescrizione Paxlovid da parte dei Medici di Medicina Generale

Al via la prescrizione degli antivirali per il trattamento del COVID da parte dei MMG

ANSA
Si va verso il via libera alla prescrizione del farmaco antivirale Paxlovid da parte del Medico di Medicina Generale. L' approvazione definitiva di AIFA è in corso di definizione, come dichiarato da Nicola Magrini, direttore generale dell'agenzia italiana del farmaco: "La cts di Aifa è in corso e c'è un chiaro orientamento a favore per aggiungere i medici di famiglia ai prescrittori degli antivirali,...,la decisione verrà sviluppata nei prossimi giorni"
Il farmaco verrà distribuito secondo il meccanismo della distribuzione per conto terzi, cioè acquistato dalle asl verrà reso disponibile nelle farmacie, e il cittadino potrà ritirare l'antivirale direttamente in farmacia su prescrizione del medico di famiglia.
Non sono ancora chiare le modalità attraverso cui il MMG potrà prescrivere il farmaco, a tale riguardo si è espresso il nostro Segretario Nazionale Silvestro Scotti, che ha dichiarato ad Adnkronos Salute: "La prescrizione degli antivirali anti-Covid dal medico di famiglia è un grande passo avanti. E noi siamo pronti e disponibili. Speriamo solo che non diventi l'ennesimo 'buro-farmaco', ovvero un boomerang burocratico, con un altro piano terapeutico in cui ci vuole più tempo per compilare le carte che per curare il paziente". 
Il Segretario ha inoltre aggiunto:"Ci siamo confrontati con l'Aifa per quanto riguarda la formazione e l'informazione dei medici di famiglia che prescriveranno il farmaco. Noi mettiamo a disposizione i nostri strumenti, non vogliamo solo protocolli ma vera formazione perché siamo medici e dobbiamo poter decidere, sempre in scienza e coscienza, sulle cure per i nostri pazienti", sottolineando il ruolo fondamentale della formazione in questa fase.
Nel frattempo di seguito potete trovare la scheda tecnica di Paxlovid, la scheda dei trattamenti COVID di AIFA aggiornata al 12/04/2022, un documento della Regione Emilia Romagna con le principali interazioni di Paxlovid conosciute e un link con strumenti informatici per rilevare automaticamente le interazioni, che sembrano essere il problema principale del suo utilizzo.

I criteri sono chiarissimi: sintomi da meno di 6 giorni, e "almeno 1 dei seguenti fattori di rischio per la progressione verso la malattia severa: diabete, sovrappeso (IMC > 25), malattia polmonare cronica (inclusa l’asma), malattia renale cronica, fumatore abituale, malattia immunosoppressiva o trattamento immunosoppressivo, malattie cardiovascolari, ipertensione, anemia falciforme, disturbi dello sviluppo neurologico, cancro attivo, dipendenza tecnologica di natura medica, oppure almeno 60 anni indipendentemente dalle comorbilità."

 

Tra l'altro il vero rischio del Paxlovid non e' tanto finanziario, ma le numerosissime interazioni farmacologiche con altri prodotti, che spesso costituiscono controindicazione; e queste possono essere meglio valutate dal MMG




https://www.prescrire.org/fr/3/31/64289/0/NewsDetails.aspx

https://blogs.jwatch.org/hiv-id-observations/index.php/should-we-prescribe-nirmatrelvir-r-paxlovid-to-low-risk-covid-19-patients/2022/04/12/
Pubblicata il: 13/04/2022
© F.I.M.M.G. di Piacenza
Via M. Gioia, 20b - 29121 Piacenza
Tel.: 0523.388911 - 0523.323848 – Fax: 0523.324979
E-mail: info@fimmg.pc.it

Cod. Fisc.: 91000690338
Partner:
powered by Infonet Srl Piacenza
- A +